Ravvedimento operoso

RAVVEDIMENTO OPEROSO

Per tutti coloro che non hanno provveduto al pagamento dell'IMU entro i termini previsti dalla normativa in vigore, è possibile avvalersi del Ravvedimento Operoso.

Si tratta della possibilità di versare l'imposta maggiorata di una sanzione ridotta e degli interessi legali. In particolare la sanzione varia a seconda dei tempi della regolarizzazione del dovuto, mentre gli interessi sono calcolati dal giorno successivo alla scadenza fino a quello del versamento.

Il ravvedimento operoso è consentito entro un anno dalla data di scadenza del versamento.

Superato tale termine non è più possibile ravvedersi e la sanzione applicata è del 30%  dell'imposta non versata.


Quanto pagare?

Per calcolare quanto versare con ravvedimento operoso , è possibile utilizzare il calcolatore online e compilare direttamente il modello F24 da portare in banca.

Per effettuare il calcolo:

https://www.servizipubblicaamministrazione.it/servizi/magnoliaimu/home.aspx?CodCat=i976

L'IMU non è dovuta per l’abitazione principale e relative pertinenze. Quest’ultime sono quelle accatastate nelle categorie C2 , C6 (per es. box e garage) e C7 (per es. tettoie e posti auto) nel limite di un solo immobile per classe catastale.

L'IMU è dovuta per le abitazioni principale classificate nelle categorie catastali  A1 ,  A8 (abitazioni in ville) e A9 (castelli e palazzi di valore storico-artistico), perché considerate di lusso. Potranno usufruire dell'aliquota ridotta e della detrazione deliberata dal Comune.

L'IMU continua ad essere applicata sugli immobili diversi dall’abitazione principale.